Video

Pannelli in politempera con sfumature a raggi solari e lente di ingrandimento

Le opere nascono dal tema “il colore non è solo luce, per cercare l’intimo rapporto fra apparire ed essere. L’attenzione si sposta al’ interno degli elementi che compongono l’opera, la natura non è più solamente vista come modello da imitare ma come artefice fondamentale dell’ opera.
l’artista dirige con una lente di ingrandimento i raggi del sole in una superficie precedentemente preparata, la luce al contatto con la lente si trasforma in calore questo al contatto con la materia diventa fuco, determinando cosi la trasformazione della materia e del colore, che inevitabilmente e irripetibilmente assumono una nuova forma sia estetica che strutturale.

Immagine

Ludovico Denaro in Arte Ludo

Ludovico Denaro in Arte Ludo

Un figlio d’arte che fin da piccolo lavora nella bottega del padre Giuseppe Denaro in arte Pino Mazarese , anche lui figlio d’arte, dopo l’istituto d’arte e durante gli anni di studio all’Accademia delle Belle Arti , ha realizzato parecchie opere sia in pittura che in scultura. L’ultimo monumento a cui ha collaborato , e’ stato piazzato nel comune di Selinunte (Sicilia), Monumento all’olivicoltore 12 metri in bronzo, in oltre ha lasciato parecchie traccie del suo lavoro itinerante con diverse opere in tutta italia da Palermo a Milano.
Attualmente vive a Bologna dopo aver vissuto sia a Roma che a Firenze.
Li sta portando avanti la tradizione artistica familiare, gestendo lo Studio D’arte Mazarese presente anche a Malta.

Immagine

Collezione Studio D’arte Mazarese

olio e tempera su tavola (Ludo)

olio e tempera su tavola (Ludo)

Foto su Tela 150x50

Foto su Tela 150×50

Il patrimonio artistico dello Studio D’arte Mazarese é costituito da un nutrito corpus di opere pittoriche, grafiche e scultoree. Alcune opere presenti sono frutto di particolari scambi con gli eredi di alcuni fra i più importanti artisti del 900 Come Picasso, Guttuso, Fiume, de Chirico, ecc.  Le opere visibili fanno parte di una produzione artistica realizzata sia in Europa che all’estero sia dal Maestro Mazarese che da alcuni artisti che lo seguono. Queste  nascono dal tentativo di unire due grandi correnti artistiche la Metafisica ed il Surrealismo, ma vi sono anche delle opere sperimentali che pur partendo dalla stessa concezione  includono lo studio dell’applicazione di materiali di solito diversamente utilizzati, come le “foto di sfumature a fuoco su politempera”. Quest’ ultime sono delle foto di un particolare di alcuni pannelli decorativi, realizzati sul polistirolo antecedentemente lavorato in più strati con tempera e olio e poi trattato col fuco, il fuoco bruciando i vari strati del polistirolo dà  vita a particolari sfumature, il tutto viene poi immortalato da alcune foto fatte dall’artista, tanto da rendere la foto del particolare del pannello scelto la vera opera finita, e tutte le fasi per realizzarla non sono altro che il percorso necessario per immortalare il punto di vista dell’autore.

Tempera su Tavola 150x100 collezione privata

Qui la figura della Donna viene rappresentata in un suo momento di riflessione
il modo in cui appare risulta essere in contrasto col suo modo di essere
ma sia il suo apparire che il suo essere hanno un unico punto di arrivo
consapevolezza e auto determinazione

Immagine

CLUDIO STRINATI
Pino Mazarese esprime l’animus, connaturato allo spirito, del “cantore” appassionato”, di colui che ricerca e esprime i segni della sua terra, specie sotto forma di messaggio artistico. Nelle sue opere è possibile percepire questo senso della proiezione della cultura verso orizzonti anche lontanissimi e pure partecipi di una singolare tensione morale che crede nel prodotto estetico quale ambasciatore di significati universali, che coprono con eguale intensità culture diverse. Cosi come si manifesta il suo atteggiamento creativo in senso lato, orgogliosa e fortemente aggressiva è la materia pittorica che lo porta a privilegiare tematiche di ordine universale, culminati nell’idea, stoicamente motivata e fondata, di una conciliazione di istanze di tipo metafisico con le acquisizioni del pensiero surrealista, che di quello fu logica conseguenza.

ImmagineImmagine

Immagine

La Bottega d’arte

La Bottega d'arte

Lo studio d’arte Mazarese è una vera e propria bottega d’arte che trae ispirazione dalle botteghe d’arte del rinascimento italiano, dove vi era un Maestro che lavorava a stretto contatto con i propri discepoli.
Come le botteghe d’arte rinascimentali anche questo laboratorio artistico non ha solo una funzione didattica, ma concretamente da la possibilità a i giovani artisti di intervenire su lavori già commissionati o da enti pubblici o da privati.
Quindi mentre si apprende si produce e si guadagna.